I vini biodinamici

La biodinamica

La biodinamica non è soltanto un metodo di produrre senza utilizzare concimi chimici e veleni, come sinteticamente possiamo descrivere la coltivazione biologica. La Biodinamica è un metodo che vuole sfruttare al massimo tutte le forze naturali. I principi su cui si fonda la biodinamica furono formulati negli anni ’20 del secolo scorso dall'austriaco Rudolf Steiner i tre principi della biodinamica sono:
1) mantenere la fertilità della terra;
2) rendere sane le piante in modo che possano resistere alle malattie e ai parassiti;
3) produrre alimenti di qualità più alta possibile.

Nella pratica questo vuol dire che nell’agricoltura biodinamica non vengono utilizzati prodotti di sintesi chimica (concimi, fitofarmaci, diserbanti) e organismi geneticamente modificati e che I trattamenti protettivi e curativi della vigna vengono effettuati con prodotti omeopatici in periodi prestabiliti che tengono conto delle fasi lunari e dell’influenza degli altri pianeti. Il calendario lunare viene seguito anche in cantina per i travasi e l’imbottigliamento e spesso il mosto fermenta grazie ai lieviti presenti sulla buccia dell’uva e nell’ambiente senza l’aggiunta di lieviti selezionati La certificazione dei vini biodinamici stabilisce delle regole ancor più severe di quella Bio , soprattutto nella fase della lavorazione in cantina.

>